Vai al contenuto
Home » Notizie dall’osservatorio » Torna il sereno nei cieli italiani

Torna il sereno nei cieli italiani

Aereo, riapertura mercato internazionale

Torna il sereno sui “cieli” Italiani, e l’euforia della Pasqua legata alla ripresa del turismo in particolare straniero si allunga al prossimo ponte del 25 aprile: l’andamento delle prenotazioni aere rilevato dall’Enit è più che positivo.

E anche gli aeroporti Veneti godono degli effetti del ritorno degli stranieri in Italia e della riapertura di alcuni mercati outgoing, come ci raccontano i dati che seguono, forniti da SAVE, relativi al mese di marzo e al primo trimestre del 2022.

Numero prenotazioni aeree internazionali_aprile2022

Il Polo Aeroportuale Nordest, che comprende gli scali di Venezia, Treviso, Verona e Brescia, ha movimentato 1.882.257 passeggeri nel primo trimestre 2022, con un recupero del 54% del traffico dello stesso periodo del 2019, per 22.400 movimenti complessivi. Il mese di marzo si è chiuso con 813mila passeggeri, pari al 62% del traffico del corrispondente mese del 2019.

L’aeroporto di Venezia ha movimentato 480mila passeggeri nel mese di marzo e 1,07 milioni da inizio anno. Il recupero di traffico rispetto al 2019 è stato del 52%, con un andamento progressivo nel corso del trimestre (il recupero nel mese di marzo è stato del 59%).
Il mercato domestico è stato il principale mercato di riferimento, con 333mila passeggeri tra gennaio e marzo (31% del traffico totale). Principali mercati internazionali sono stati Francia, Spagna e Gran Bretagna. Parigi Charles De Gaulle è stata la prima destinazione nel corso del primo trimestre, con Catania e Napoli come seconda e terza destinazione. Delle top 10 destinazioni dello scalo veneziano, 4 sono domestiche.

Lo scalo di Treviso ha registrato 197mila passeggeri in marzo e 447mila nel trimestre, con un recupero del 56% dei flussi del 2019 e un andamento progressivamente positivo da inizio anno (nel mese di marzo il recupero sui passeggeri del 2019 è stato del 69%). L’apertura della base di Ryanair nel mese di giugno 2021 ha portato a una forte spinta del traffico sui mercati internazionali (l’86% dei passeggeri ha viaggiato su destinazioni internazionali).
Principale mercato nei primi 3 mesi del 2022 è stato la Gran Bretagna, seguito dal mercato domestico e da quello spagnolo.

L’aeroporto di Verona ha gestito 136mila passeggeri nel mese di marzo e 363mila da inizio anno. Il recupero dei volumi di traffico del 2019 nel primo trimestre è stato del 58% (61% in marzo).
La contribuzione del traffico domestico, principale mercato dello scalo veronese, è stata del 55% (199mila passeggeri). Secondo mercato per traffico passeggeri è stato il mercato inglese, seguito da Albania ed Egitto. L’andamento del traffico dei primi mesi dell’anno è legato anche alla riapertura del mercato sciistico e alla ripresa del traffico outgoing verso l’Egitto e alcuni mercati lungo raggio.
Principali destinazioni tra gennaio e marzo sono state Catania, Palermo e Bari (140mila passeggeri complessivi, pari al 39% del traffico del trimestre).