Vai al contenuto
Home » Notizie dall’osservatorio » TURISMO: Tendenze & prospettive – speciale settembre 2023

TURISMO: Tendenze & prospettive – speciale settembre 2023

turismo tendenze speciale 2023

Di seguito un’anteprima della newsletter “Turismo: Tendenze e prospettive” –  speciale settembre 2023, realizzata in collaborazione con SL&A, che propone aggiornamenti costanti sul turismo nell’era-Covid. Si concentra soprattutto sulle previsioni basate su dati, studi e ricerche affidabili.

LA TRINCEA PER LE CASE, CONTRO LE CASE TURISTICHE

Si guarda a New York e si pensa Venezia, Napoli, Firenze, Roma… I nostri Sindaci pensano ai residenti, agli studenti e alle coppie che non possono più permettersi di competere con le tariffe degli affitti temporanei ai turisti. Gli albergatori pensano ai clienti persi che magari potrebbero tornare sul mercato. Gli host temono che sia finita la pacchia, e con loro AirbBnB che comunque la sua abbondante fetta se la è servita e l’ha anche capitalizzata. Comunque sia, anche qui la stagione sta cambiando: a NY, per meno di un mese, si possono affittare solo camere in un appartamento abitato, e non più anche case sfitte. Un po’ come era stato previsto nella prima Legge italiana emanata dalla Regione Lazio in vista del Grande Giubileo del 2000, che ha dato poi la stura al fenomeno degli affitti brevi in tutta Italia. C’è una bozza di legge a firma Santanchè in discussione, con tensioni, spinte e trazioni da parte dei vari soggetti interessati: una vera e propria questione di regolamentazione del mercato, attualmente di competenza regionale, ma nella quale anche i Sindaci vogliono poter dire la loro, per tutelare i residenti e le Comunità. Il vero braccio di ferro sta qui: restare Città e Comunità, o rischiare di diventare qualcosa di altro, magari una specie di enorme albergo diffuso eterodiretto. 

LAVORO CHE NON PAGA, CONSUMI ALLA CINGHIA

Il Rapporto COOP – Nomisma parla di una inflazione che ha creato un drammatico impoverimento degli Italiani, con una dinamica delle retribuzioni che resta ampiamente insufficiente (+2,3% su base annua nel secondo trimestre 2023) e dunque il lavoro, che sinora sembra esserci (nel 2023 sono 23,5 milioni gli occupati, mai così tanti dal 2008), è un lavoro che non paga quanto dovrebbe (il 70% degli occupati dichiara di avere necessità almeno di un’altra mensilità per condurre una vita dignitosa). Da qui la tendenza ad aggiungere lavoro al lavoro come strategia di difesa dal carovita: il 27% degli occupati intende aumentare il numero di ore lavorate, fare lavoretti aggiuntivi (25%), far iniziare a lavorare persone della famiglia che prima non lavoravano (19%).

PREVISIONI NON RISPETTATE: MENO ITALIANI, PIU’ STRANIERI

Secondo CST Firenze per Assoturismo Confesercenti  sono stati circa 50,5 milioni gli arrivi, per un totale di circa 207 milioni di pernottamenti, 3 milioni in meno rispetto al 2022. In totale il trimestre estivo 2023 potrebbe chiudere con un -1,4% di pernottamenti. A mancare è stato il mercato interno con una netta flessione degli Italiani  (-5,7%). In crescita invece gli stranieri con un aumento del +3,6%.

CLICCA QUI E SCOPRI DI PIÙ SU:
  • Cambio di Stagione
    Abbiamo passato decenni a prendercela con le scuole e con le grandi imprese che chiudevano tutte insieme, ad invidiare la Germania e la Francia che “scaglionavano” le vacanze e le ferie, e d’improvviso eccola qua, la nuova stagione. Nel 2023, forse dal 2023, agosto non è più tutto completo come una volta. In giro per l’Italia molti si lamentano, ma senza piangere troppo. Qualcuno, invece, la stagionalità ha cominciato a prenderla a schiaffi nell’unico modo possibile: proponendo altre cose, altri modi, altri prodotti ed altri prezzi. Sotto sotto la rivoluzione è cominciata, a partire dalle città e dai paesi, dalle terme e, adesso, dai laghi e dalle montagne.
  • Tagliamo anche gli smartphone, ma non siamo i soli.
    Tra i tanti consumi che vengono tagliati, sempre secondo COOP – Nomisma, le vendite di smartphone nuovi si riducono in quantità del 10% negli ultimi 12 mesi (sono oltre 1,3 mln di telefoni venduti in meno). In uno sforzo di sopravvivenza – e forse di sostenibilità – l’usato o il ricondizionato sostituiscono il nuovo Ma questo degli smartphone è un trend mondiale…
  • A Lanusei durante I.Ta.Cà si presenta Ogliastra Green.
    Il GAL Ogliastra, nell’ambito del progetto “Ogliastra, comunità accogliente e sostenibile” ha avviato un percorso di qualificazione dell’offerta turistica indirizzato a una maggiore sostenibilità e circolarità della destinazione.

Leggi qui la newsletter completa Turismo: tendenze&prospettive –  speciale settembre 2023